Le norme di diritto amministrativo (non) possono essere evocate a tutela del diritto di panorama

La cosiddetta servitù di panorama consiste nella particolare amenità del fondo dominante rispetto altro fondo limitrofo e consta di un divieto assoluto sia di costruzioni che di alberi che possano impedirne il godimento ( di essa si discorre, seppure in via indiretta, nella ordinanza 17592 del 21 agosto 2020 della Corte di Cassazione ).


Definizione e finalità
La veduta panoramica soddisfa, di per sé, non solo l’interesse diretto del proprietario a ricevere una adeguata illuminazione al suo immobile ma anche quello di poter spaziare con lo sguardo oltre il suo limite di proprietà (articolo 907 Codice civile). In base alla posizione sulla facciata principale o su quelle laterali dell’edificio, la veduta panoramica è quindi idonea a garantire migliore illuminazione, soleggiamento e salubrità dell’altezza del piano rispetto al suolo. Neppure, eventuali, vincoli pubblicistici sono in grado di neutralizzare il “panorama”, a danno del fondo dominante.

https://www.quotidianocondominio.ilsole24ore.com/art/il-condominio/2020-09-17/anche-norme-diritto-amministrativo-possono-essere-evocate-tutela-diritto-panorama-152238.php?uuid=ADZWgzp

0
0

0
0
0

Be First to Comment

Lascia un commento